News
Cena siriana con la Comunità S.Egidio Cena siriana con la Comunità S.Egidio [16/07/2018]
Ieri sera le porte della nostra casa sono state aperte a Hussam e alla Comunità di Sant'Egidio - Community of Sant'Egidio. Hussam, cuoco della città di Damasco, ci ha fatto gustare i piatti tipici della Siria. Ora vive a Perugia con la sua famiglia...
Giornata mondiale del rifugiato Giornata mondiale del rifugiato [22/06/2018]
“La bellezza di costruire ponti e arricchirsi nel confronto e nell’ascolto dell’altro”: è racchiuso in questa frase il senso della serata organizzata lo scorso 21 giugno dall’associazione Altotevere senza frontiere Onlus in collaborazione con...
Grande raccolta viveri: l'arrivo in Kosovo Grande raccolta viveri: l'arrivo in Kosovo [15/06/2018]
La "Grande raccolta viveri 2018" è arrivata in Kosovo! Gli aiuti raccolti nei supermercati da Altotevere senza frontiere e Casentino Senza Frontiere serviranno per le necessità della casa famiglia di Leskoc e per le oltre 100 famiglie povere della zona...
Il 5 per mille ad Altotevere senza frontiere Il 5 per mille ad Altotevere senza frontiere [30/04/2018]
Anche quest'anno è possibile destinare il 5 per mille della propria imposta sul reddito ad "Altotevere senza frontiere Onlus" e sostenere così i nostri progetti di solidarietà. Basta semplicemente comunicare il codice fiscale...
8 anni con Asf - Cena di beneficenza 8 anni con Asf - Cena di beneficenza [30/04/2018]
Una grande festa in occasione di un traguardo importante: otto anni di vita dell’associazione “Altotevere senza frontiere Onlus” (Asf Onlus). Otto anni di impegno per gli altri da L’Aquila fino al Kosovo, con una particolare attenzione al nostro...
Sostieni i nostri progetti Sostieni i nostri progetti [10/01/2018]
Ecco tutti i modi per sostenere i nostri progetti di solidarietà e aiutarci a crescere. DONA ORA - Bonifico bancario IBAN: IT83W0311121600000000002383 su conto corrente intestato a "Altotevere senza frontiere Onlus"Specificando nella...
Adozioni a distanza in Kosovo Adozioni a distanza in Kosovo [18/05/2017]
Per sostenere le tante famiglie bisognose del Kosovo è possibile sottoscrivere un'adozione a distanza, aiutando così i bambini e le loro famiglie a vivere dignitosamente. L'adozione comporta la spesa di 300 euro all'anno (26 al mese),...
ASF, sette anni di impegno dalla parte degli ultimi ASF, sette anni di impegno dalla parte degli ultimi [28/03/2017]
Una grande festa in occasione dei sette anni di attività dell’associazione Altotevere senza frontiere Onlus. Sabato 25 marzo oltre 100 partecipanti si sono ritrovati alla sala polivalente della Madonna del Latte per la cena di beneficenza promossa...
Arturo vola sul secondo gradino del podio Arturo vola sul secondo gradino del podio [03/12/2014]
Un risultato straordinario e un secondo posto che premia i tantissimi che hanno creduto nel sogno di “Altotevere senza frontiere” sostenendo la campagna “Io voto Arturo”. La classifica finale del concorso nazionale di Axa “Nati per proteggere”...
 
News

Scopri tutte le novità su Altotevere senza frontiere


Silvana Arbia al Festival [08/07/2012]
<< Torna alle News

Nel 1994 si è consumato in Ruanda, nell’Africa centrale, il primo genocidio dell’era globale. Una tragedia che si è svolta sotto gli occhi di una comunità internazionale che, pur informata della gravità dei fatti, è rimasta immobile, assumendosi una grave responsabilità nei confronti della storia. Un massacro di oltre 800mila persone di etnia Tutsi che, ancor oggi, si ripercuote in maniera profonda sulla società ruandese.
Al termine del conflitto, l’Onu istituisce il Tribunale penale internazionale per il Ruanda (International criminal tribunal for Ruanda) con sede ad Arusha in Tanzania. È in questo momento che Silvana Arbia, magistrato della Corte d’Appello di Milano, decide che è arrivata l’occasione di giocare un ruolo in prima persona. Entra così a far parte del Tribunale internazionale per il Ruanda, guidando l’accusa in numerosi casi.
«In Ruanda nel 1994 si è consumato un genocidio, che, contrariamente a quello consumatosi in Europa prima della mia nascita - ha affermato Silvana Arbia in un’intervista -si è perpetrato sotto gli occhi di molti, me compresa, che, seguendo le notizie della radio e della stampa scritta, mi rendevo conto della tragica ripetizione del precedente. Data la mia estrazione professionale non potevo contribuire in alcun altro modo all’identificazione e alla repressione dei responsabili del crimine più grave contro il genere umano, che prestando la mia opera di procuratore»
La sua profonda esperienza umana e professionale nei processi contro i responsabili del genocidio ruandese è narrata nel libro “Mentre il mondo stava a guardare . Vittime, carnefici e crimini internazionali: le battaglie di una donna magistrato nel nome della giustizia”(Mondadori editore).
Nata nel 1952, Silvana Arbia si è laureata in Giurisprudenza all’Università di Padova. È autrice di diverse pubblicazioni sui diritti umani ed in particolare sui diritti dei minori. Attualmente ricopre il prestigioso ruolo di Cancelliere della Corte penale internazionale de L’Aia, dove si è occupata di tanti altri tragici avvenimenti della storia recente, dalla ex Jugoslavia al Darfur.

Il 3° Festival della solidarietà avrà l'onore di ospitare Silvana Arbia nell'incontro del 14 luglio alle ore 17 al Parco Ansa Del Tevere

vai al programma>>>